Rapine a raffica in farmacie e profumerie di Roma sud: durante inseguimento feriscono poliziotti

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 Maggio 2020 9:06 | Ultimo aggiornamento: 20 Maggio 2020 9:06
Rapine a raffica in farmacie e profumerie di Roma sud: durante inseguimento feriscono poliziotti

Rapine a raffica in farmacie e profumerie di Roma sud: durante inseguimento feriscono poliziotti

ROMA – Erano diventati l’incubo dei quartieri romani dell’Eur, San Paolo e Monteverde dove, dal novembre scorso, avevano commesso una serie di rapine a farmacie, profumerie e supermercati.

I due sono stati arrestati dopo una lunga indagine. Entrambi italiani, con precedenti, sono finiti in manette e portati nel carcere di Regina Coeli.

In occasione di un servizio antirapina, effettuato nei primi giorni di gennaio, i poliziotti, in abiti civili, hanno notato transitare lungo via Portuense, nelle immediate vicinanze di un esercizio commerciale, già oggetto di rapine in passato, un motorino simile a quello usato dai malviventi nelle rapine precedenti.

Così gli agenti hanno seguito l’uomo che guidava il mezzo, notando che a poca distanza da lui viaggiava un’auto di colore rosso.

I conducenti dei due veicoli, fermi al semaforo, si sono passati una pistola.

Inseguiti e bloccati, durante i controlli dei mezzi che risultavano rubati, sono stati rinvenuti vestiti riconducibili a numerose rapine e una pistola falsa.

A marzo i poliziotti li hanno notati di nuovo a bordo di un motorino in zona Ostiense, mentre con il volto travisato hanno fatto irruzione all’interno di un supermercato.

I poliziotti li hanno raggiunti in via Cristoforo Colombo in moto e i rapinatori li hanno fatti cadere a terra, ma loro nonostante le lesioni riportate li hanno fermati.

Durante il controllo è stata trovata la replica di una pistola priva del regolare tappo rosso, e anche in questa circostanza, la moto risultava essere rubata.

Nel corso delle successive attività sono stati analizzati ulteriori furti le cui indagini hanno permesso così di risalire agli autori delle rapine.

Per i due, un 52enne e un 41enne, entrambi italiani e con precedenti di polizia anche specifici, gli agenti hanno inviato all’Autorità giudiziaria la richiesta di misura cautelare, emessa dal tribunale ordinario di Roma ed eseguita nella giornata di lunedì 18 maggio. (fonte IL TEMPO)