Ravenna, tragica battuta di pesca: un salvataggio, un morto e un disperso

Pubblicato il 16 luglio 2012 20:53 | Ultimo aggiornamento: 17 luglio 2012 2:24

ricerche dispersiRAVENNA – Una tragica battuta di pesca per tre ragazzi salpati domenica da Lido Adriano, sul litorale di Ravenna, e mai più rientrati a riva: uno è stato salvato intorno alle 13 di lunedì, vicino ad una piattaforma petrolifera, un secondo è stato ritrovato cadavere mentre il terzo risulta tuttora disperso.

L’imbarcazione, un gommone di cinque metri, è salpato domenica mattina con i tre a bordo. Forse il forte vento e le difficili condizioni marittime hanno messo in difficoltà il natante che si è ribaltato. Il ragazzo tratto in salvo era aggrappato a un salvagente, nei pressi di un impianto petrolifero, a circa un miglio e mezzo dalla costa. E’ stato subito ricoverato in ospedale in serie condizioni, dopo le moltissime ore trascorse in acqua.

Le ricerche sono coordinate dalla Capitaneria di porto; avvisato in mattinata anche il Servizio di salvataggio, già protagonista nella giornata di domenica di numerosi interventi in soccorso di bagnanti in difficoltà. Da martedì si uniranno alle ricerche del terzo giovane anche i nuclei subacquei.