Ravenna, crollo parziale della diga a San Bartolo: ritrovato morto il tecnico della Protezione Civile

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 ottobre 2018 1:15 | Ultimo aggiornamento: 26 ottobre 2018 1:16
Ravenna, crollo parziale della diga a San Bartolo: disperso un tecnico (foto d'archivio Ansa)

Ravenna, crollo parziale della diga a San Bartolo: disperso un tecnico (foto d’archivio Ansa)

RAVENNA – E’ stato ritrovato ormai senza vita il tecnico della Protezione Civile, precipitato giovedì pomeriggio nelle acque del fiume Ronco a causa del parziale crollo della diga-invaso all’altezza di San Bartolo, una frazione alle porte di Ravenna. Danilo Zavatta, 55 anni di Savio, in quel momento stava ispezionando l’invaso. Il suo corpo è stato trovato sotto le macerie, fiutato dai cani utilizzati per le ricerche.

La ricerca dell’uomo è stata affidata ai sommozzatori dei vigili del Fuoco arrivati a bordo di un gommone e calatisi da una gru. Sul posto, oltre a protezione civile e forze dell’ordine, sono intervenuti anche i tecnici della linea elettrica in quanto si teme che il cavo dell’alta tensione da 15mila volt che attraversava la diga, si sia spezzato con conseguente potenziale pericolo per i soccorritori.

La struttura interessata dal cedimento si trova lungo il tratto della Statale 67 Ravegnana chiuso temporaneamente al traffico (tra l’incrocio con l’Adriatica e l’abitato di Coccolia, sempre nel Ravennate), a scopo precauzionale a seguito di alcuni movimenti franosi registrati sull’argine del fiume Ronco all’altezza della chiusa di San Bartolo.