Rc Auto ddl “carrozzieri”. Riparazione obbligata, sconti se auto sotto controllo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 novembre 2014 9:17 | Ultimo aggiornamento: 14 novembre 2014 13:50
Rc Auto, ddl "carrozzieri". Obbligo di riparazione, sconti se controlli l'auto

Rc Auto, ddl “carrozzieri”. Obbligo di riparazione, sconti se controlli l’auto

ROMA – Rc Auto, ddl “carrozzieri”. Obbligo di riparazione, sconti se controlli l’auto. Sarà eliminato il risarcimento diretto, cioè la facoltà per l’automobilista di chiedere il rimborso del danno alla propria assicurazione che poi si rifarà su quella del responsabile dell’incidente. Obbligo, per chi si ritrova l’auto danneggiata in modo grave in seguito a un sinistro, di farla riparare e di revisionarla entro 60 giorni.

E’ diventata un disegno di legge depositato alla Camera la proposta di legge sollecitata dalle associazioni nazionali dei Carrozzieri di Confartigianato, Cna e Casartigiani per ridurre le tariffe Rc auto e tutelare i diritti di consumatori e carrozzieri. Nel prossimo Consiglio dei Ministri la proposta potrebbe essere arata, o come decreto o, come più probabile, quale parte del disegno dio legge sulla Concorrenza.

I punti qualificanti del disegno di legge, primo firmatario Sara Moretto Pd) della Commissione Finanze, spiegano le associazioni, sono incentrati sulla difesa dei diritti degli automobilisti e sulla tutela delle imprese di carrozzeria che altre proposte di legge  intendono penalizzare fortemente; il tutto puntando all’indipendenza del mercato della riparazione dei veicoli incidentati, modificando l’attuale assetto asimmetrico tutto a favore delle compagnie di assicurazioni.

Così, ad esempio, le compagnie potranno (e non dovranno) proporre agli assicurati l’ispezione preventiva del veicolo, ma se le due volontà s’incroceranno, sarà obbligatorio fare uno sconto a chi aderisce. Allo stesso modo le imprese potranno offrire l’installazione delle «scatole nere» a carico proprio, e avranno l’obbligo di ridurre il premio in misura minima prefissata e di accettare i risultati delle registrazioni come prova in giudizio. Le «black box» verranno proposte anche per le moto. Sarà data facoltà all’impresa assicurativa di avvalersi del risarcimento in «forma specifica» per i danni ai veicoli: la riparazione al posto del risarcimento pecuniario. (Antonella Baccaro, Corriere della Sera)

Il ddl, presentato il 1 ottobre scorso a Roma, ha come obiettivo la riduzione dei premi assicurativi senza compromettere il livello qualitativo delle riparazioni e la conseguente sicurezza della circolazione stradale. Le associazioni ritengono necessario intervenire al più presto sull’assetto del mercato assicurativo dell’Rc auto, soprattutto per ridurre il gap con gli altri Paesi Ue relativamente ai costi delle polizze che in Italia, negli ultimi dieci anni (marzo 2004-marzo 2014), sono aumentati del 27,9%, più del doppio dell’Eurozona (13,6%), tre volte e mezzo di più che in Germania (8%) e quattro volte e mezzo di più che in Francia (6,6%).