Reddito di cittadinanza per incidere un disco: cantante neomelodica denunciata

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 Ottobre 2019 17:57 | Ultimo aggiornamento: 12 Ottobre 2019 18:14
Reddito di cittadinanza per incidere un disco: cantante neomelodica denunciata

Foto Ansa

ROMA – I soldi del reddito di cittadinanza utilizzati per pagare le spese di incisione per un disco. Per questo motivo una cantante neomelodica è stata denunciata a Catania assieme a due dei suoi familiari per avere percepito indebitamente il reddito di cittadinanza. Con parte di quei soldi infatti avrebbe realizzato il sogno della sua vita, ovvero l’incisione di un cd con quattro brani già pubblicati.

Sono stati gli agenti del commissariato di Librino (quartiere di Catania) a fare irruzione in un minimarket, occupato abusivamente, di proprietà del comune. All’interno i cartelloni pubblicitari con il volto della cantante che pubblicizza il suo primo lavoro discografico con un nuovo album di prossima uscita a novembre. La donna sentita dai poliziotti ha dichiarato di essere un’artista neomelodica e che aveva investito tremila euro per incidere, con una nota casa discografica, 4 brani, già pubblicati, e un quinto inedito in uscita, e che aveva ancora bisogno di altri soldi per incidere l’intero album contenente 8 brani.

Come scrive Natale Bruno per Repubblica: “Una falsa dichiarazione che ha permesso ad uno dei tre fratelli della cantante di richiedere e ottenere il reddito di cittadinanza in una proiezione di 18 mensilità a partire dal mese di luglio, per un importo mensile di euro 709,99. Sempre la cantante ha dichiarato di essere residente presso una casa popolare assegnatagli dal comune di Belpasso mentre invece risultava essere domiciliata a Catania”. (Fonte Repubblica).