Reddito di cittadinanza stupefacente. Biella: la card per la droga, spacciatore arrestato

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 Agosto 2020 11:52 | Ultimo aggiornamento: 12 Agosto 2020 11:53
Reddito di cittadinanza usato per pagare la droga

Reddito di cittadinanza, la social card (Ansa)

Più rovinati di così… Ma per fortuna assistiti, visto che perfino gli spacciatori, pur di spremere i clienti e riscuotere comunque i debiti non esitano a sequestrare il sussidio.

Reddito di cittadinanza stupefacente. A Biella un pusher locale è stato arrestato per spaccio di eroina ed estorsione: gli hanno trovato addosso la droga e la social card di un cliente.

Sì proprio il reddito di cittadinanza, insieme ai 750 euro forse appena ritirati. 

Poco più di una settimana fa, F. C., trentacinquenne conosciuto alle forze dell’ordine, non sapeva di essere pedinato.

Eroina nella canna della bici, reddito di cittadinanza in tasca

La Guardia di Finanza lo seguiva da vicino, nell’ultimo appostamento lo spacciatore s’è fatto notare per dei movimenti più che sospetti.

Appoggiata la bicicletta, si era appartato in macchina con un altro soggetto, probabile acquirente.

Quando è sceso – racconta la cronaca de La Stampa – l’altro si è dileguato a tutta velocità. I finanzieri hanno deciso di intervenire.

Nascosto nella canna della bici un pacchetto di stagnola contenente tre grammi di eroina. In tasca 750 euro.

E una social card per l’ottenimento del reddito di cittadinanza  non a suo nome che i militari sospettano abbia estorto a un cliente.

Che gli doveva dei soldi, che non saldava i debiti.

In ogni caso un significativo salto di qualità, aggiornato ai tempi. Social crime. Dopo che il giudice ha firmato la convalida dell’arresto, il trentacinquenne è finito in cella. 

Dovrebbe sapere che in quanto pregiudicato non avrà diritto al beneficio del sussidio pubblico. Ma del resto era abituato a usare il reddito di cittadinanza altrui. (fonte La Stampa)