Reggio Calabria, operazione Ceralacca 2: trovata l’agenda delle tangenti

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 gennaio 2014 12:09 | Ultimo aggiornamento: 21 gennaio 2014 12:09

zREGGIO CALABRIA – L’hanno sequestrata negli uffici della Isotech srl, l’azienda di famiglia di Giuseppe Bagalà e del fratello Carmelo. E’ un agenda, una lista di nomi, di imprenditori e cifre, di tangenti. E’ già stata ribattezzata “L’agenda delle tangenti”. Nell’elenco c’è di tutto: i soldi per i subappalti, per la burocrazia calabrese e i regali per i dipendenti degli uffici tecnici della Sorical, società mista a maggioranza regionale, come scrive Repubblica, per accaparrasi appalti, somme urgenze, lavori pubblici.

L’agenda è stata trovata nell’ambito dell’operazione “Ceralacca 2”, blitz che ha portato all’arresto di 16 persone. Un vorticoso business che andava avanti da alcuni anni e che, secondo l’inchiesta del Pm Matteo Centini, avrebbe portato alle casse del gruppo un sacco di soldi.

“Ovunque ci fossero bandi di gara spuntavano i Bagalà” scrive Repubblica, “pronti a mettere in campo la loro rete di fiancheggiatori, di amicizie influenti, di trucchi e imbrogli vari. Decidevano chi doveva realizzare le opere e a che prezzo, decidevano quali ditte dovevano essere invitate alle gare e che percentuali di sconto dovevano essere messe nelle buste delle offerte.”