Reggio Calabria, esplode macelleria nella notte: feriti 4 pompieri e 6 poliziotti

di redazione Blitz
Pubblicato il 20 Novembre 2019 9:33 | Ultimo aggiornamento: 20 Novembre 2019 9:35
Reggio Calabria, esplode macelleria nella notte: feriti 4 pompieri e 6 poliziotti

Vigili del Fuoco domano un incendio (Foto archivio Ansa)

REGGIO CALABRIA – Esplosione nella notte a Reggio Calabria a seguito di un incendio divampato all’interno di una macelleria. Quattro Vigili del fuoco e sei poliziotti sono rimasti feriti.

Sul posto, in via santa Lucia al Torrente, nella zona di Sant’Antonio, sono intervenuti un’autobotte dei vigili del fuoco e gli equipaggi di tre volanti, per mettere in sicurezza la zona e procedere ad eventuali sgomberi delle abitazioni limitrofe.

I pompieri hanno riportato fratture, contusioni e ustioni ma non sono in pericolo di vita. La squadra era intervenuta per spegnere le fiamme in una macelleria in via Santa Lucia al Torrente, nella zona di Sant’Antonio, parte alta della città. I vigili si trovavano all’interno del locale quando sono stati improvvisamente investiti dall’esplosione, probabilmente causata da una bombola di gas. Coinvolti nello scoppio anche gli agenti all’esterno, che sono rimasti lievemente feriti. 

Vigili del fuoco e poliziotti sono stati trasportati immediatamente al pronto soccorso del Grande Ospedale Metropolitano per le cure del caso. Tutti, riferisce la polizia, hanno riportato ustioni e contusioni, più e meno gravi in base alla vicinanza alla saracinesca, ma nessuno è in pericolo di vita, e non vi sono feriti tra i residenti.

L’esplosione, molto violenta, ha danneggiato anche il camion dei pompieri. L’incendio all’origine dello scoppio della bombola, è stato accidentale, provocato da un corto circuito.

La mente corre inevitabilmente a Quargnento, in provincia di Alessandria, dove solo alcune settimane sono morti tre vigili del fuoco nell’esplosione in una cascina. Uno di loro, Antonino Candido, era di Reggio Calabria.

Fonte: Ansa