Reggio Calabria, carabinieri interrompono un summit di ‘ndragheta: 3 arresti

Pubblicato il 21 Febbraio 2011 8:07 | Ultimo aggiornamento: 21 Febbraio 2011 8:33

CANDIDONI (REGGIO CALABRIA) – Tre latitanti affiliati alla ‘ndrangheta sono stati arrestati dai carabinieri del comando provinciale di Reggio Calabria a Candidoni, nella piana di Gioia Tauro, mentre stavano tenendo un summit operativo. I tre sono stati sorpresi insieme a una quarta persona in una casa di rurale.

I latitanti arrestati, secondo quanto riferito dai Carabinieri, sono contigui alla cosca Bellocco di Rosarno, una delle più attive e note della ‘ndrangheta. L’operazione che ha portato al loro arresto è stata condotta dai carabinieri del reparto operativo di Reggio Calabria e dello squadrone eliportato cacciatori Calabria. La persona che si trovava insieme ai tre latitanti è stata arrestata per favoreggiamento personale. Il blitz dei carabinieri a conclusione del quale sono stati eseguiti i quattro arresti è scaturito da specifici piani di ricerca di latitanti predisposti dal comando provinciale di Reggio Calabria ed è stato eseguito attraverso attività di osservazione dopo che le indagini avevano portato all’individuazione del nascondiglio, ubicato in una zona di campagna, in cui si trovano i tre latitanti insieme al loro presunto favoreggiatore.