Reggio Emilia: caccia al santone che fa le circoncisioni in casa

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 marzo 2019 9:58 | Ultimo aggiornamento: 26 marzo 2019 9:59
Reggio Emilia: caccia al santone che fa le circoncisioni in casa

Reggio Emilia: caccia al santone che fa le circoncisioni in casa

ROMA – E’ irreperibile, e latitante, il cosiddetto santone di Reggio Emilia che pratica le circoncisioni rituali dei neonati di origine africana e responsabile del decesso di un bimbo di Scandiano: il “dottore”, come è conosciuto nella zona, è un ghanese residente a Modena, ha fatto perdere le sue tracce non appena ha saputo dell’inchiesta nella quale è accusato di omicidio colposo in concorso con i genitori.

Ma anche perché ha paura delle possibili reazioni della comunità di immigrati africani che a lui ha affidato i bambini (quattro mesi fa un altro bambino è morto in circostanze analoghe a Reggio Emilia).

La caccia all’uomo si concentra al momento tra Bologna, Parma e Modena, il santone è stato individuato e identificato, si cerca ovunque, specie nei luoghi dove operava. Operazioni che avvengono in casa senza i necessari livelli di sicurezza igienico/sanitari: una pratica che non è strettamente religiosa – molti degli africani sono cristiani – ma ma più legata ad antiche tradizioni o a credenze di natura igienica. (fonte Ansa)