Reggio Emilia: minaccia il figlio con pistola per 140 mila euro

Pubblicato il 3 Novembre 2011 10:12 | Ultimo aggiornamento: 3 Novembre 2011 10:54

REGGIO EMILIA, 3 NOV – Si è presentato armato di pistola nell'autoscuola di cui e' contitolare con il figlio e gli ha puntato contro il petto una pistola, per 'convincerlo' ad acquistare la sua quota societaria per 140.000 euro. E' accaduto a Novellara, nel Reggiano.

L' uomo, R.G., pensionato di 75 anni, e' stato poi arrestato dai carabinieri per tentata estorsione e porto abusivo di armi; la pistola aveva il colpo in canna e nel caricatore c'erano sette munizioni. Le indagini sono coordinate dal pm Isabella Chiesi.

R.G. si e' presentato ieri mattina nei locali dell'autoscuola e, all'ennesimo rifiuto del figlio di acquistargli il 25% della quota posseduta, ha estratto una pistola 7.65 puntandogliela al petto, sotto gli occhi terrorizzati di un'impiegata. Un'altra dipendente, che si trovava in un'altra stanza dell'agenzia, ha dato subito l'allarme ai carabinieri. Nel frattempo il figlio, per tranquillizzare il genitore, ha acconsentito all'acquisto delle quote, accordandosi a pagare 500 euro al mese fino al saldo dell'importo pattuito in 140.000 euro. Quando il padre e' uscito dall'agenzia, e' stato subito bloccato dai militari, che gli hanno sequestrato la pistola e lo hanno arrestato.

Una successiva perquisizione nella sua abitazione ha portato al sequestro di dieci fucili e 900 munizioni di vario calibro, in parte regolarmente denunciati.