Reggio Emilia/ Sorpassa l’auto del parroco, Alessandro Piunno si schianta con la moto

Pubblicato il 7 Luglio 2009 14:59 | Ultimo aggiornamento: 7 Luglio 2009 14:59

Stava superando l’auto del parroco quando, forse per l’alta velocità o per una manovra azzardata, Alessandro Piunno, 28 anni, è morto schiantandosi con la sua moto contro una pietra miliare della statale 513, vicino Reggio Emilia. È successo domenica, all’altezza di Cola di Vetto, proprio dove poche ore prima un altro motociclista aveva perso la vita in un incidente.

Secondo la ricostruzione dei carabinieri il giovane, all’altezza del chilometro 47, poco prima della frazione di Cola, stava sorpassando una Renault Clio con a bordo il parroco di Vetto, don Carlo Castellini, quando all’improvviso ha perso il controllo della moto finendo a terra contro una pietra miliare. A dare l’allarme è stato un automobilista di passaggio. I medici, una volta arrivati sul luogo dell’incidente hanno potuto solo constatare il decesso del ragazzo.

I carabinieri stanno cercando di chiarire la dinamica, anche se l’ipotesi più probabile è che il giovane, al momento del sorpasso, abbia urtato la parte anteriore della macchina, perdendo così l’equilibrio.

Alessandro Piunno era originario della provincia di Milano, ma da circa un anno viveva a Canossa insieme alla compagna e lavorava a Parma in una ditta di smaltimento rifiuti. Aveva deciso all’ultimo momento di cambiare i suoi programmi per quella domenica. Era già d’accordo con la fidanzata per andare a fare compere, ma all’ultimo aveva deciso di fare un breve giro in moto, forse per raggiungere un amico.