Reggio Calabria: litigi familiari, Vincenzo Calarco ucciso dal cognato Giuseppe Schepisi

Pubblicato il 26 Novembre 2010 17:17 | Ultimo aggiornamento: 26 Novembre 2010 17:28

Ha ucciso il cognato per dissidi familiari. La vittima è Vincenzo Calarco, un finanziere di 37 anni, mentre l’assassino è Giuseppe Schepisi, di 35, rappresentante di commercio. Movente dell’omicidio, secondo quanto è emerso dalle indagini, dissidi familiari che di recente avevano provocato numerosi litigi tra i due.

Il corpo senza vita di Calarco è stato trovato sul letto della sua abitazione. L’ex finanziere è stato raggiunto da quattro colpi di pistola all’addome che ne hanno provocato la morte istantanea. Schepisi, nel momento in cui si è costituito ai carabinieri, ha consegnato ai militari la pistola che aveva utilizzato per compiere l’assassinio, una calibro 357 Magnum. L’omicidio non ha avuto testimoni.