Antonio Mastrapasqua indagato: perquisiti Regione Lazio e ospedale Israelitico

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 settembre 2014 10:57 | Ultimo aggiornamento: 29 settembre 2014 12:15
Regione Lazio e ospedale Israelitico perquisiti: Antonio Mastrapasqua indagato

Regione Lazio e ospedale Israelitico perquisiti: Antonio Mastrapasqua indagato

ROMA – Antonio Mastrapasqua, ex presidente dell’Inps, è tra gli indagati nell’inchiesta su una presunta truffa ai danni del Sistema sanitario nazionale che vede coinvolto l’ospedale Israelitico, di cui è stato direttore generale, l’Asl e la Regione Lazio.

La mattina del 9 settembre i carabinieri, su ordine della Procura di Roma, hanno perquisito gli uffici della Regione Lazio, dell’Asl e dell’ospedale Israelitico.

Le accuse, per gli indagati, sono di truffa e falso ai danni della Sanità e i presunti illeciti risalgono al periodo tra il 2006 e il 2009, proprio quando Mastrapasqua era dg dell’ospedale.

L’inchiesta madre riguarda fatti risalenti al 2009 quando un controllo dell’Asl Roma D su prestazioni dell’Ospedale Israelitico portò alla luce incongruenze: fatture per semplici interventi odontoiatrici per i quali venivano richiesti alla Regione rimborsi onerosi da intervento con ricovero. Ai controlli successivi emerse che tra il 2006 e il 2009 la richiesta di rimborsi alla Regione Lazio per “interventi fantasma” da parte dell’Ospedale Israelitico accadeva nella stragrande maggioranza dei casi verificati, il 94% delle cartelle cliniche.

La Regione Lazio governata da Nicola Zingaretti perciò sospese il pagamento di 15,5 milioni di euro in fatture all’Ospedale Israelitico, e congelò i due protocolli d’intesa che la vecchia amministrazione stipulo’ con la struttura sanitaria nel 2011 e nel 2012.

Ma, scrive Repubblica, il Tar aveva dato ragione all’ospedale:

“Ma per la seconda volta, il Tar, aveva accolto il ricorso dell’Israelitico contro la decisione della Regione che, in autotutela, aveva chiesto il recupero delle somme pagate per la remunerazione delle prestazioni sub iudice, fissando all’8 ottobre la data per l’udienza che entrerà nel merito del contenzioso Regione-Israelitico. Secondo alcune fonti i nuovi accertamenti apparterrebbero però a un nuovo filone di inchiesta con la medesima ipotesi di reato”.