Cronaca Italia

Regione Lazio: trovata un’altra cimice nell’ufficio di Fegatelli, arrestato per i rifiuti

La cimice trovata negli uffici di Zingaretti

La cimice trovata negli uffici di Zingaretti

ROMA – Dopo quella trovata nella sala riunioni del presidente Nicola Zingaretti, un’altra cimice è stata rinvenuta negli uffici della Regione Lazio, questa volta nella sede distaccata in via del Serafico dove ha sede l’Agenzia per i beni confiscati alle organizzazioni criminali. Qui, fino a pochi giorni fa, operava Luca Fegatelli, arrestato nell’ambito dell’inchiesta sui rifiuti.

A scoprire la cimice è stato uno dei dipendenti in servizio presso l’ufficio distaccato della Regione in via del Serafico, dove ha sede l’Agenzia per i beni confiscati alle organizzazioni criminali, ufficio guidato da Fegatelli. L’apparecchiatura di fabbricazione artigianale si trovava in una poltrona della sala dove venivano effettuate le riunioni. Sul ritrovamento indagano i carabinieri. La microspia nella sala riunioni di Zingaretti era stata scoperta nel corso di una bonifica.

To Top