Lombardia: 8500 euro per ogni classe che abbandona la carta

Pubblicato il 20 Aprile 2012 15:45 | Ultimo aggiornamento: 20 Aprile 2012 15:48

MILANO – Una ‘Dote Tecnologia’ di circa 8.000/8500 euro a classe: e’ una delle misure contenute nel piano di digitalizzazione della Regione Lombardia. Dal prossimo anno scolastico 2012-2013 mille classi delle scuole superiori potranno dire addio ai libri su supporto cartaceo e utilizzare manuali esclusivamente in versione digitale (gli e-book) che potranno consultare tramite netbook o tablet, il cui acquisto e’ finanziato da Regione e Ministero per l’Istruzione in base ad un accordo di collaborazione.

”L’iniziativa, prima del genere in Italia su base regionale – ha sottolineato il presidente Formigoni dopo l’approvazione in giunta dell’accordo con il MIUR – si chiama Generazione Web Lombardia e coinvolgera’ circa 25 mila studenti delle prime e terze superiori, incluse le paritarie e gli Istituti di Formazione professionale”. ”Il nostro obiettivo – ha proseguito – e’ aiutare i giovani e le scuole a proiettarsi verso il futuro utilizzando le competenze e le tecnologie per competere con i colleghi e i coetanei nel mondo”.

In pratica l’accordo prevede ”l’assegnazione di 250 euro a ciascuno studente della classe digitale oltre a 1.750 euro per l’acquisto di un dispositivo d’aula come le Lavagne Interattive Multimediali(LIM)”. Ogni classe – informa una nota – disporra’ quindi di una dote tecnologia di circa 8.000/8500 euro. La scelta di interessare le classi prime e terze deriva dal fatto che, all’inizio dell’anno scolastico, devono adottare i nuovi libri di testo. In questo caso specifico dovranno essere tutti digitali.

”Partiamo dai ragazzi quindicenni – ha spiegato l’assessore Aprea – che iniziano le superiori e le termineranno nel 2017 e i diciassettenni che finiranno gli studi nel 2015, l’anno dell’Expo”.

Il tablet o il pc portatile vengono acquistati dall’istituto scolastico e concessi in uso agli studenti che, su supporto digitale, possono disporre di tutti i libri scolastici in versione digitale, ”con un risparmio medio di circa il 30% rispetto al prezzo dello stesso volume ma in versione cartacea”. Parallelamente alla digitalizzazione della didattica ”si sta sviluppando la sperimentazione di sistemi digitali per l’organizzazione delle scuole (segreterie, registri, accessi, servizi, ecc)”. Finanziata per 4 milioni dal MIUR e per ulteriori 4,5 da Regione Lombardia, l’iniziativa e’ riservata a quelle scuole che ”abbiano gia’ deliberato o che deliberino entro il 31 maggio 2012 l’adozione di soli libri digitali o materiali didattici interattivi, abbiano infrastrutture tecnologiche adeguate – come la banda larga e il wi-fi – e che dispongano di docenti che abbiano esperienza e pratica nell’utilizzo degli strumenti informatici”.

”Conseguenze positive anche sul peso degli zaini, di cui spesso si lamentano studenti e genitori: tutto – lezioni, compiti, manuali di studio, libri di testo – sara’ contenuto nella memoria del dispositivo portatile”. L’obiettivo di Generazione Web Lombardia 2012/13 e’ di digitalizzare il 15% del totale delle classi.