Regioni zona arancione: sono Calabria, Lombardia, Sicilia, Veneto ed Emilia Romagna

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 Gennaio 2021 13:42 | Ultimo aggiornamento: 8 Gennaio 2021 17:29
Regioni zona arancione: sono Calabria, Lombardia, Sicilia, Veneto ed Emilia Romagna

Regioni zona arancione: sono Calabria, Lombardia, Sicilia, Veneto ed Emilia Romagna (Foto d’archivio Ansa)

Calabria, Lombardia, Sicilia, Veneto ed Emilia Romagna sono le Regioni in zona arancione. In totale sono 10 le regioni con Rt a 1 o sopra 1 e quindi a rischio però le 5 elencate sono quelle con l’indice più alto. L’ordinanza del ministro Speranza entrerà in vigore dal 10 gennaio, ma di fatto già lo è visto che domani tutta Italia sarà zona arancione. Le 5 Regioni resteranno arancioni fino al 15 gennaio, quando ci sarà il nuovo Dpcm e quindi si vedrà.

Secondo i dati del monitoraggio del ministero della Salute e Iss al 5 gennaio 2021 e relativi alla settimana 28/12/2020-3/1/2021 il valore soglia è stato raggiunto dalla Lombardia (a 1.27). Ma anche Calabria (1.14), Valle d’Aosta (1.07) Emilia Romagna (1.05), Sicilia (1.04). Sardegna e Liguria (1.02 entrambe), Umbria (1.01) Puglia (1). La provincia autonoma di Bolzano (0.81) e Basilicata e Campania (0.83) sono invece le tre con il valore più basso.

Regioni zona arancione o rossa, l’indice Rt

Questo il quadro Regione per Regione.

  • Abruzzo 0.9
  • Basilicata 0.83
  • Calabria 1.14
  • Campania 0.83
  • Emilia Romagna 1.05
  • Friuli Venezia Giulia 0.91
  • Lazio 0.98
  • Liguria 1.02
  • Lombardia 1.27
  • Marche 0.93
  • Molise 1.27
  • Provincia autonoma Bolzano 0.81
  • Piemonte 0.95
  • Provincia autonoma di Trento 0.85
  • Puglia 1
  • Sardegna 1.02
  • Sicilia 1.04
  • Toscana 0.9
  • Umbria 1.01
  • Valle d’Aosta 1.07
  • Veneto 0.97

Questa settimana si osserva un peggioramento generale della situazione epidemiologica nel Paese. L’incidenza a 14 giorni torna a crescere dopo alcune settimane di decrescita. Si osserva, dopo alcune settimane di diminuzione, nuovamente un aumento dell’incidenza a livello nazionale negli ultimi 14 giorni (313,28 per 100.000 abitanti 21/12/2020-03/01/2021 vs 305,47 per 100.000 abitanti 14/12/2020 – 27/12/2020). Si evidenzia, in particolare, il persistente valore elevato di questo indicatore nella Regione Veneto (927,36 per 100.000 abitanti negli ultimi 14 gg). Lo rileva la bozza di monitoraggio settimanale Iss-ministero Salute. 

Zona arancione, cosa si può fare e cosa no

In zona arancione gli spostamenti sono permessi dalle 5 alle 22 ma con autocertificazione. Dalle 22 alle 5 di mattina è sempre in vigore il coprifuoco. E’ vietato uscire dal proprio comune di residenza. I bar e ristoranti sono chiusi tutto il giorno a parte per l’asporto. Aperti invece i negozi, i parrucchieri e i centri estetici. Aperti anche i supermercati ma restano chiusi i centri commerciali.

Zona arancione, gli spostamenti

Per chi abita in un centro con meno di 5.000 abitanti, è consentito spostarsi in un raggio di 30 chilometri ma non verso un capoluogo. Vietato spostarsi dalla propria regione o dal proprio Comune. Come sempre però, ci si può spostare per tornare alla propria residenza, domicilio o abitazione ma anche per raggiungere il partner convivente nella casa di comune abitazione se questa si trova in un comune diverso da quello di residenza. E sempre è consentito spostarsi per lavoro o motivi di salute e necessità.

Zona gialla, zona arancione, zona rossa: cosa si può fare, le Faq del governo

Sul sito del governo sono sempre presenti le Faq che spiegano cosa si può fare in zona gialla, zona arancione e zona rossa. Allo stesso link ci sono anche le disposizioni e gli aggiornamenti con gli ultimi decreti. (Fonte Ansa)