Cronaca Italia

Renata Rapposelli, ex marito Giuseppe Santoleri ricoverato: ha ingerito farmaci

renata-rapposelli-santoleri

Renata Rapposelli, ex marito Giuseppe Santoleri ricoverato: ha ingerito farmaci

TOLENTINO (MACERATA) –  E’ ricoverato in gravi condizioni all’ospedale di Atri per un’intossicazione da farmaci Giuseppe Santoleri, il marito di Renata Rapposelli, la pittrice di 64 anni scomparsa da Ancona, dove viveva, il 9 ottobre scorso. L’uomo insieme al figlio Simone è indagato per concorso in omicidio ed occultamento di cadavere. 

Avrebbe assunto i farmaci dopo aver appreso la notizia del ritrovamento di un cadavere che potrebbe essere proprio quello della moglie nelle campagne di Tolentino (Macerata).

Giuseppe Santoleri, ricoverato nel reparto di rianimazione, era stato trovato nella sua abitazione di Giulianova dal figlio Simone in uno stato soporoso ed è stato soccorso dal personale del 118. I sanitari non si esprimono sulle sue condizioni, che vengono ritenute gravi, e non si esclude che all’origine del gesto possa esserci un tentativo di togliersi la vita attraverso l’ingestione di barbiturici.

Intanto si attendono gli esiti degli esami del Dna sul cadavere trovato nelle campagne di Toletino. Campioni di saliva e capelli sono stati prelevati dalla figlia e dal figlio dell’artista che da tempo viveva lontano dai famigliari, ad Ancona, proprio per effettuare una comparazione tra codici genetici, confronto che potrà sgombrare qualsiasi dubbio.

Altamente compatibili con quelli della pittrice sono definiti gli oggetti e i brandelli di abbigliamento trovati accanto e ancora attaccati allo scheletro scoperto in un canneto: le scarpe da tennis, pezzi di leggings, una croce a forma di tau, altra bigiotteria e in particolare una ciocca di capelli di colore biondo.

To Top