Renato Accorinti, sindaco di Messina “cacciato” dall’Ars: era senza cravatta

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 Marzo 2015 16:48 | Ultimo aggiornamento: 4 Marzo 2015 16:48
Renato Accorinti, sindaco di Messina "cacciato" dall'Ars: era senza cravatta

Il sindaco di Messina Renato Accorinti con uno dei suoi look sportivi (Foto Lapresse)

MESSINA – Renato Accorinti è il sindaco di Messina e mercoledì mattina è stato notato dai cronisti fuori dall’Ars, ovvero l’Assemblea regionale siciliana. Pur essendo stato invitato dalla Commissione Trasporti è stato lasciato fuori. Il motivo? Non indossava la cravatta. Accorinti si è sfogato con i giornalisti:

“Questi atteggiamenti razzisti esistono solo all’Ars. Sono andato a parlare con Renzi e il Papa, domani sarò dal ministro Lupi con il quale già mi sono incontrato, nessuno mi ha fatto mai problemi.

É assurdo giudicare una persona per come si veste, perché ha un tatuaggio, un orecchino o perché ha una determinata fede o tendenza sessuale. È veramente incredibile quello che mi è successo, se veniva uno sceicco o Tsipras che non indossa la cravatta che facevano? Non permettevano loro di entrare? Penso proprio di no. Siamo ancora nel Medioevo. La dignità della persona va rispettata. Il rispetto per le istituzioni è indossare una cravatta? E’ un regolamento arcaico che offende la libertà di espressione di ognuno di noi”.