Renato Zero rapinato a Roma, fermata la “banda del Rolex”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 Maggio 2014 11:22 | Ultimo aggiornamento: 25 Maggio 2014 11:22

Renato Zero rapinato a Roma, fermata la "banda del Rolex"ROMA – Sono scattate le manette per la banda di rapinatori napoletani specializzati in Rolex, le cui vittime predilette erano vip e professionisti. Si tratta con molta probabilità della stessa gang che, pochi giorni fa, aveva rapinato Renato Zero a Roma. Manca ancora il riconoscimento formale ma l’identikit delineato subito dopo il colpo sia dal cantautore che dal custode del residence in cui abita, corrisponderebbe alle caratteristiche di almeno due dei componenti della banda.

Davide Gambardella e Marco De Risi per il Messaggero ricostruiscono:
Quando sono stati catturati, i banditi stavano parcheggiando i motorini (a cui ogni volta sostituivano le targhe) per entrare nella stazione Cipro della linea A della metropolitana e da lì raggiungere Termini da dove poi rientrare a Napoli in treno: il loro abituale modus operandi. Ma gli investigatori della VI sezione squadra Mobile di Roma, coordinati dal dirigente Francesco Stampacchia, gli sono saltati addosso: si tratta di tre trentenni e un cinquantenne, tutti napoletani.

A riguardare i colpi con una simile dinamica dei giorni e dei mesi precedenti l’elenco potrebbe allungarsi. Tra gli altri, quello ai danni di Renato Zero, lo scorso 9 maggio, ha suscitato molto clamore . Dalla meticolosa attività investigativa svolta anche grazie all’ausilio delle foto segnaletiche della sezione antirapina della Questura di Napoli, risulta ora che almeno due dei banditi arrestati dalla Mobile potrebbero essere gli stessi che, fingendosi fan del cantautore, sono riusciti ad avvicinarlo mentre rientrava a casa, sulla via Cassia, e con la scusa di un autografo gli hanno strappato via dal polso un prezioso Audemars Piguet del valore di 45mila euro.