Renzi, genitori a processo: sono accusati di fatture false

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 Settembre 2018 12:16 | Ultimo aggiornamento: 4 Settembre 2018 12:19
Renzi, genitori a processo: sono accusati di fatture false

Renzi, genitori a processo: sono accusati di fatture false

FIRENZE – Tiziano Renzi e Laura Bovoli, genitori dell’ex premier Matteo Renzi, andranno a processo. I due infatti sono stati rinviati a giudizio dal gip di Firenze Silvia Romeo con l’accusa di emissione di fatture false da parte di loro società. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] Le fatture finite sotto la lente d’ingrandimento degli inquirenti sono due, da 20.000 e 140.000 euro più Iva. Prima udienza del processo 4 marzo 2019.

Secondo l’accusa, i pagamenti per due distinti studi di fattibilità per realizzare un’area food e per portare turisti asiatici all’outlet The Mall di Reggello, sarebbero stati effettuati nei confronti di Tiziano Renzi e Laura Bovoli nonostante i lavori non siano mai stati fatti.

Si tratterebbe, secondo l’accusa, di due fatture emesse da società controllate dai genitori dell’ex presidente del Consiglio, la Party e la Eventi 6, verso la Tramor srl. I fatti sono del 2015. Una fattura vale 20.000 euro più 4.400 euro di Iva: è l’incarico dato alla Party per uno studio di fattibilità per un’area destinata al food da collocare in un nuovo insediamento commerciale presso The Mall, outlet della moda. Una seconda fattura era della Eventi6 per 140.000 euro più 30.800 di Iva: riguarda lo studio di una “struttura ricettiva e food con i relativi incoming asiatici e la logistica da e per i vari trasporti pubblici (Ferrovie-Aeroporti)”.