Riccardo Viti arrestato, ha confessato il maniaco della donna crocifissa

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 Maggio 2014 8:40 | Ultimo aggiornamento: 9 Maggio 2014 17:19
Riccardo Viti arrestato, è accusato di essere maniaco della donna crocifissa

Riccardo Viti arrestato, è accusato di essere maniaco della donna crocifissa (foto Ansa)

FIRENZE – Si chiama Riccardo Viti ed ha 55 anni l’uomo arrestato da polizia e carabinieri con l’accusa di aver violentato e ucciso Andreea Cristina Zamfir, la ragazza romena trovata crocifissa alla periferia di Firenze.

La compagna dell’uomo lavora all’ospedale di Careggi che si trova a poche centinaia di metri da lì. Le braccia di Cristina Zamfir erano state legate a un palo con un nastro adesivo proprio col marchio dell’ospedale fiorentino e parte delle indagini hanno approfondito gli accertamenti su quel reperto.

Viti che è interrogato in questura e ha cominciato una parziale confessione davanti al pm Paolo Canessa che ha coordinato le indagini su questa vicenda che comincia nel 2006 con il primo caso di una prostituta legata, violentata e abbandonata nuda da un uomo. Da allora sono almeno sei i casi analoghi accaduti tra Firenze e Prato.

Sono in corso anche gli accertamenti per verificare la corrispondenza dei dati biologici con le tracce del Dna isolate dal Racis dei Carabinieri in alcuni precedenti casi simili, dove le vittime erano sopravvissute. All’identificazione dell’uomo, gli investigatori sono arrivati rapidamente grazie alle descrizioni raccolte da numerose prostitute che si sono imbattute in questa persone.