Riccione, nipote uccide la nonna 88enne durante litigio: arrestato

di Lorenzo Briotti
Pubblicato il 7 Gennaio 2020 20:39 | Ultimo aggiornamento: 7 Gennaio 2020 20:39
auto carabinieri ansa

Un’auto dei Carabinieri (Ansa)

RICCIONE (RIMINI) – Rosa Santucci, una donna di 88 anni, è stata trovata cadavere in casa a Riccione in provincia di Rimini con una profonda ferita all’occhio. Il corpo è stato trovato verso le 11.40 di oggi, martedì 7 gennaio, in una villetta bifamiliare, nella zona collinare della città. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri per i rilievi. Il caso è stato risolto in poche ore: a commettere l’omicidio sarebbe stato il nipote 42enne che viveva con la nonna. Era stato proprio lui a dare l’allarme intorno alle 11.30. L’uomo, Alessio Berilli, è corso da una vicina di casa, che ha poi chiamato il 118 e i Carabinieri.

Berilli avrebbe raccontato che, mentre stava scherzando con lei, l’anziana si è improvvisamente accasciata, cadendo a terra. Il nipote è stato trattenuto in caserma ed è stato interrogato dal pm Luca Bertuzzi alla presenza dell’avvocato difensore. Al termine del lungo interrogatorio ha confessato l’omicidio della nonna 88enne, originaria di Macerata Feltria in provincia di Pesaro-Urbino e da anni residente a Riccione.

Le accuse contro Berilli sono di omicidio volontario aggravato. Ora si trova agli arresti detenuto in Ospedale nel reparto di Psichiatria. Durante un litigio avrebbe aggredito la nonna spingendole un dito in un occhio. L’anziana è caduta a terra riportando un trauma cranico fatale.

Fonte: Ansa