Riccione, studentessa canadese denuncia stupro: ma da analisi non c’è traccia di violenza

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 ottobre 2018 14:16 | Ultimo aggiornamento: 8 ottobre 2018 14:16
riccione stupro

Riccione, studentessa canadese denuncia stupro: ma da analisi non c’è traccia di violenza

RICCIONE – La polizia di Stato sta indagando su quanto successo la scorsa notte a una studentessa canadese di 22 anni, che ai medici ha raccontato di essere stata violentata sulla spiaggia, tra i bagni 50 e 52 di Riccione.

La giovane è a Rimini con un gruppo di coetanei e tutor per seguire un programma di studio e, quanto si è appreso, di disintossicazione, grazie a una borsa di studio. La scorsa notte è tornata in hotel e da lì poi è stata trasportata all’ospedale Ceccarini di Riccione, senza indumenti intimi. Quando ha raccontato di aver subito una violenza, è stata trasferita all’ospedale di Rimini, dove è stato attivato il protocollo sugli stupri: aveva un tasso alcolico di 2,5 g/l e i medici non avrebbero riscontrato elementi che possano ricondurre ad una violenza.

La polizia ha sentito la ragazza e ha visionato le immagini delle telecamere di sicurezza in spiaggia: sarebbe stata ripresa mentre camminava per mano con un giovane.