Fa ricorso contro una multa, ma è morto da due anni: polizia scopre che era il figlio, denunciato

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 Giugno 2020 11:55 | Ultimo aggiornamento: 19 Giugno 2020 11:55
Fa ricorso contro una multa, ma è morto da due anni: polizia scopre che era il figlio, denunciato

Fa ricorso contro una multa, ma è morto da due anni: polizia scopre che era il figlio, denunciato (foto ANSA)

GENOVA – Ricorso contro multa ma è morto da due anni. La polizia locale scopre sostituzione di persona.

Ricorre per l’annullamento contro una multa comminata nel 2019 sostenendo che la telecamera della ztl non poteva funzionare perché coperta dalle fronde di un albero.

Ma siccome era morto due anni prima di prendere la multa i vigili urbani hanno capito che c’era qualcosa che non andava.

In quel ricorso c’era infatti qualcosa che non andava, racconta Genova24.it.

La telecamera (che permette di avere documentazione filmata), ha confermato il transito illegittimo e, quindi, che il ricorrente aveva affermato il falso nella sua dichiarazione.

Così l’uomo che ha fatto ricorso è stato scoperto: stava usando la macchina del padre, deceduto due anni prima, senza aver effettuato la variazione di proprietà.

E il ricorso l’aveva fatto a nome del genitore, firmando con il suo nome e cognome.

L’uomo è stato quindi denunciato per il reato di sostituzione di persona e sanzionato per non aver provveduto nella tempistica di legge a comunicare la variazione della proprietà.