Davide Pizzolato, 46 anni, precipita sul Terminillo e muore. E’ la quarta vittima in pochi giorni

di redazione Blitz
Pubblicato il 27 Dicembre 2019 16:10 | Ultimo aggiornamento: 27 Dicembre 2019 17:04
Rieti, escursionista di 46 anni precipita sul Terminillo e muore. E' il quarto in pochi giorni

La cima del Terminillo (Foto archivio Ansa)

RIETI – Stava scalando insieme a tre compagni di cordata la parete est del Terminillo (Rieti), quando è scivolato giù dal canalone centrale. E’ morto così Davide Pizzolato, escursionista di 46 anni di Dueville (comune di 13 mila abitanti in provincia di Vicenza). La tragedia si è consumata questa mattina, 27 dicembre, intorno alle 10.

Per cause in corso di accertamento l’uomo è precipitato nel burrone dinanzi agli occhi degli amici, rimasti illesi. Vani i soccorsi, che sono stati immediatamente allertati dai compagni di escursione. Sul posto sono intervenuti polizia, soccorso alpino, vigili del fuoco e 118. Il corpo dell’escursionista è stato recuperato intorno alle 11.45.

A supporto delle operazioni anche i militari dell’Arma dei Carabinieri. Si tratta del quarto incidente mortale in poche ore sull’Appennino centrale. Ieri tre vittime sul Gran Sasso (Teramo) due delle quali erano scalatori precipitati in cordata. Proprio nel canalone centrale della vetta reatina il Soccorso Alpino era intervenuto durante la vigilia di Natale per soccorrere due escursionisti feriti dopo una caduta causata sempre dalla presenza di neve mista a ghiaccio.

Per questo il Soccorso Alpino ha voluto lanciare un appello a tutti gli escursionisti e scialpinisti che in questi giorni affollano le montagne italiane. “Invitiamo tutti i frequentatori della montagna a valutare attentamente le condizioni del terreno prima di intraprendere un’escursione – dice il Corpo nazionale – In questi giorni infatti il manto nevoso risulta particolarmente instabile e con diversi tratti ghiacciati, spesso anche poco visibili”.

Fonti: Ansa, Agi