Rieti, esplode appartamento per fuga di gas: un morto

di redazione Blitz
Pubblicato il 26 Novembre 2019 0:46 | Ultimo aggiornamento: 26 Novembre 2019 8:08
vigili del fuoco foto ansa

Foto Ansa

RIETI – Prima il boato, poi le urla. Un appartamento, al terzo piano di una palazzina del quartiere Campomoro di Rieti, è esploso nella tarda serata di lunedì 25 novembre causando la morte di un uomo.

Secondo le informazioni trapelata da Vigili del fuoco, Polizia, Carabinieri e personale del 118 la violenta esplosione sarebbe stata causata, poco prima delle 22.30, da una fuga di gas, forse fuoruscita da una bombola da cucina. In casa c’era anche la moglie dell’uomo che è stata portata in ospedale, e due figli che sono rimasti illesi. Testimoni dicono di avere sentito urla poco prima dell’esplosione, ma tutto è ancora da verificare. 

Sul posto anche il sindaco di Rieti, Antonio Cicchetti. L’esplosione, a quanto si apprende dalle forze dell’ordine, è avvenuta intorno alle 22:30. Evacuate le abitazioni nelle vicinanze.

Quanto accaduto riporta alla mente l’incendio avvenuto nella zona dei Navigli a Milano la notte tra giovedì e venerdì 22 novembre. Ad andare a fuoco è stato un appartamento: le fiamme sono state provocate da un monopattino elettrico rimasto in carica tutta la notte ed hanno ucciso una coppia di 27 e 29 anni.  

Secondo quanto riferito dai Vigili del fuoco, l’incendio si è sviluppato intorno alle tre e mezza di notte in una palazzina in alzaia Naviglio Grande 156, quando i due stavano dormendo profondamente. La coppia è stata sorpresa nel sonno ed morta sia per l’intossicazione sia per le ustioni.

Fonte: Ansa, Agi