Rifiuti e Camorra, processo eco4: 10 condanne e 11 assoluzioni

Pubblicato il 12 Marzo 2012 23:34 | Ultimo aggiornamento: 12 Marzo 2012 23:49

SANTA MARIA CAPUA VETERE, 12 MAR – 'Il fallimento di una società configura un'ipotesi in tutto assimilabile negli effetti alla morte del reo e, pertanto, l'illecito amministrativo dipendente da reato va dichiarato estinto per intervenuto fallimento della società'. Con questo passaggio giurisprudenziale i giudici del tribunale di Santa Maria Capua Vetere (presidente Luigi Picardi) hanno dichiarato 'non responsabile dell'illecito amministrativo contestato' l'ex Eco 4 Spa (oggi fallita sotto il nome di Egea Service Spa) a suo tempo facente parte del Consorzio pubblico Ce 4 con soci privati i fratelli Orsi, uno dei quali ucciso in seguito a un agguato camorristico.

Il processo, dove è stata dichiarata non responsabile dell'illecito anche la Oleodinamica Isa sas, riguardava 22 imputati e si è concluso con 10 condanne e 11 assoluzioni. La pena maggiore per Aniello Bidognetti (18 anni), figlio di Francesco Bidognetti, detto Cicciotto 'e Mezanotte.