Rifiuti: emergenza a Pozzuoli, discarica vicino alla Necropoli

Pubblicato il 10 agosto 2010 20:30 | Ultimo aggiornamento: 10 agosto 2010 21:11

Emergenza rifiuti a Pozzuoli (Napoli) dove la raccolta è ferma in alcune zone da tre giorni. A causa dei problemi di conferimento alle discariche dei rifiuti indifferenziati, i sacchetti rimangono a marcire nei cassonetti con gravi problemi igienico sanitari.

Le zone dove si avvertono i disagi maggiori sono a Pozzuoli alta, lungo la direttrice Pozzuoli-Quarto, via Campana, a Toiano e a Monterusciello. In via Spinelli, località a confine tra Quarto e Pozzuoli, nei pressi dell’ipermercato ‘Quarto Nuovo’ c’è una discarica a cielo aperto con l’abbandono di materiale indifferenziato ma anche di rifiuti ingombranti.

Una larga parte della carreggiata, per un tratto di oltre 200 metri, è ormai occupato da sacchetti ed altro materiale. In questa situazione di emergenza c’è chi sta cominciando a scaricare anche materiale di risulta di tipo edilizio. Altre zone critiche, Agnano-Pisciarelli, località San Martino e via Celle.

Qui un tratto della strada romana, Appia, chiusa al traffico veicolare e pedonale da oltre cinque anni a causa di una frana, sono stati sversati e vengono tuttora abbandonati rifiuti di ogni tipo tali da creare una vera e propria barriera per un eventuale accesso alla strada e ricoprendo l’intera superficie stradale. La testimonianza romana sorge a pochi passi dalla più nota Necropoli romana di via Celle.