Rifiuti in Campania: 700 tonnellate di spazzatura a Quarto

Pubblicato il 15 Febbraio 2011 18:32 | Ultimo aggiornamento: 15 Febbraio 2011 18:50

QUARTO (NAPOLI) – Almeno settecento tonnellate di rifiuti giacciono abbandonate nelle strade di Quarto (Napoli) per l’emergenza che rallenta i conferimenti agli Stir.

Il commissario prefettizio, Marcello Fulvi, insediatosi da una settimana in Comune, sta tentando di alleggerire la situazione chiedendo scarichi suppletivi, ma finora non ci sono state ancora risposte da parte dell’ufficio flussi della regione.

Le situazioni più complesse al Bivio, in via Masullo, in località Brindisi, in via Marmolito e in località Paratine al confine con il comune di Marano. I responsabili della Quarto Multiservizi sono praticamente bloccati nel prelevare i rifiuti dai cassonetti in quanto la maggior parte dei mezzi sono carichi in attesa di conferire agli Stir.

Se l’autorità regionale consentirà un numero di conferimenti maggiore nei prossimi giorni, la situazione in sette-otto giorni potrebbe normalizzarsi. Intanto il commissario prefettizio dovrebbe, seguendo l’iter già avviato dal sindaco Sauro Secone, poi sfiduciato, avviare la raccolta differenziata porta a porta.

La raccolta differenziata doveva partire secondo il calendario già ieri, ma i problemi amministrativi hanno fatto rinviare il programma. Secondo i nuovi calendari la differenziata partirà nei parchi privati dalla prossima settimana. Si punta ad abbattere da subito l’indifferenziata di almeno un 30%, per attestarsi poi sul 40% nella raccolta della differenziata in tre-quattro mesi.

[gmap]