Rifiuti/ Quinta notte di fuoco a Palermo, 150 incendi. La Protezione Civile in città

Pubblicato il 3 giugno 2009 7:25 | Ultimo aggiornamento: 3 giugno 2009 8:58

É stata la quinta notte consecutiva di incendi di cassonetti e cumuli di rifiuti a Palermo, dove la raccolta è ripresa ma procede con lentezza e ancora tonnellate di pattume soffocano la città. I roghi hanno distrutto almeno 150 cassonetti e impegnato i vigili del fuoco in 200 interventi nei quartieri Medaglie d’oro, Zen, Santa Rosalia, Montegrappa, Falsomiele e anche in collina a Piano Geli.

Da venerdì scorso i roghi di rifiuti sono stati più di 700 e i cassonetti distrutti circa 500. Per gli incendi i carabinieri hanno arrestato due persone e la polizia ha denunciato due minorenni, ma questo non ha scoraggiato i cittadini esasperati anche perchè, a parte il centro della città, in molte zone i cassonetti sono stati vuotati ma non è stato prelevato il pattume che si era ammassato attorno ai contenitori: dunque le strade restano in gran parte simili a discariche maleodoranti.

Da oggi, intanto, sono in campo i 150 militari del Genio dell’esercito messi a disposizione nel vertice con il capo della Protezione civile Bertolaso lunedì scorso. Il Genio utilizzerà propri mezzi, due pale meccaniche e un escavatore, per rimuovere i grandi mucchi di spazzatura che marciscono per le strade. Secondo i programmi, oggi dovrebbero essere rimosse 1.400 tonnellate di rifiuti.