Rifiuti, a Taverna del Re contusi alcuni manifestanti contro gli autocompattatori

Pubblicato il 7 Novembre 2010 17:11 | Ultimo aggiornamento: 7 Novembre 2010 17:28

Anche oggi a Taverna del Re momenti di tensione contro la riapertura del sito di stoccaggio dei rifiuti decisa dal presidente della Provincia di Napoli, Luigi Cesaro, per depositare la spazzatura di Napoli, dove invece si registra un leggero miglioramento.

Al presidio erano presenti in pochi, ma hanno comunque cercato di rallentare il passaggio degli autocompattatori. Intorno alle 11 di mattina un centinaio di cittadini ha tentato di bloccare i camion chiedendo i documenti e le bolle di viaggio agli autisti, in modo da capire  da dove provenissero i rifiuti.

Alcuni camion perdevano percolato, e i manifestanti hanno preso le targhe e hanno chiesto agli agenti che fossero controllati.

Poi alcune persone si sono messe davanti agli autocompattatori, ma sono stati spinti via dai carabinieri in assetto antisommossa. Alcuni manifestanti sono rimasti contuse.

Da Qualiano sono arrivati gli attivisti cattolici per dire il Rosario: in cerchio davanti all’ingresso del sito di Taverna del Re, con i carabinieri che controllavano l’entrata.

[gmap]