Rifiuti, a Terzigno aggrediti gli autisti di due compattatori

Pubblicato il 5 Dicembre 2010 10:51 | Ultimo aggiornamento: 5 Dicembre 2010 11:42

Gli autisti di due compattatori che si recavano a sversare nella discarica di Cava Sari, a Terzigno, sono stati aggrediti all’alba e costretti ad abbandonare i mezzi da un gruppetto di manifestanti.

Secondo la ricostruzione della polizia la reazione dei manifestanti, una decina, sarebbe scaturita dal fatto che gli automezzi avrebbero compiuto un percorso diverso da quello autorizzato.

Poco prima delle 4.30 tre autocompattatori della ditta ”Amav” di S. Anastasia (Napoli) sono sbucati da una traversa laterale della rotonda panoramica che conduce alla discarica di Terzigno, seguendo un percorso diverso da quello concordato. Uno dei tre automezzi è riuscito a passare, ma altri due sono stati bloccati dai manifestanti, che si sono posti davanti. I due autisti sono stati costretti a scendere e sono stati aggrediti. Hanno riportato contusioni guaribili in in 3 e 7 giorni.

Gli automezzi sono stati abbandonati sul posto e saranno recuperati dalla ditta proprietaria. Nella notte a Terzigno hanno scaricato 16 compattatori su 20. Gli altri sono stati rimandati indietro perché dai mezzi fuoriusciva percolato.

[gmap]