Rimini, fotografa bambine in spiaggia: presunto pedofilo rischia linciaggio

di redazione Blitz
Pubblicato il 21 agosto 2018 10:37 | Ultimo aggiornamento: 21 agosto 2018 10:37
Rimini, fotografava bambine in spiaggia: denunciato presunto pedofilo

Rimini, fotografava bambine in spiaggia: denunciato presunto pedofilo (Foto Ansa)

RIMINI – Con il cellulare in mano fingeva di fare telefonate o inviare sms e intanto fotografava le bambine in spiaggia, in acqua o intente a giocare con la sabbia. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] Ma è stato scoperto e quasi linciato dai genitori delle piccole. E’ accaduto a Rimini.

Il presunto pedofilo è un vicentino di 61 anni, che è stato fermato e denunciato dalla polizia dopo essere stato accerchiato dai genitori delle piccole fotografate di nascosto.

Poco dopo le 11 di domenica 19 agosto alcuni turisti, genitori, hanno notato l’uomo aggirarsi in maniera apparentemente indifferente vicino alle bimbe, a riva. Inizialmente, insospettiti, l’hanno osservato qualche minuto mentre pareva stesse telefonando col cellulare. Quando poi hanno visto la microcamera che nascondeva in una mano, lasciata ‘penzoloni’ lungo il fianco, il gruppo di genitori ha affrontato l’uomo.

A intervenire per sedare gli animi la capitaneria di porto che ha allertato la polizia. Nella microcamera gli agenti hanno trovato 200 foto di bambine in spiaggia, in riva al mare o in acqua a fare il bagno. Il vicentino, che ha un precedente per aver comprato sul web foto pedopornografiche, è stato denunciato per molestie e a suo carico è scattato il foglio di via da Rimini, firmato dal Questore.