Rimini, ladra rom aggredisce tre senzatetto e poi minaccia i poliziotti: “Ora che Salvini non c’è più, la pagherete”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 Settembre 2019 10:34 | Ultimo aggiornamento: 6 Settembre 2019 10:34
Rimini, ladra rom aggredisce tre senzatetto e poi minaccia i poliziotti: "Ora che Salvini non c'è più, la pagherete"

Due volanti della Polizia (foto ANSA)

RIMINI – Martedì sera, 3 settembre, si sono vissuti momenti di tensione nei pressi della stazione ferroviaria di Rimini, dove una 51enne di etnia rom ha aggredito alcuni senzatetto, per poi rivoltarsi anche contro le forze dell’ordine.

Gli agenti della polizia di Stato, intervenuti per una segnalazione di una rissa tra clochard, hanno raggiunto tre persone intente a discutere con una donna nomade. I tre hanno spiegato agli agenti di essere stati molestati dalla rom, che li aveva presi di mira mentre loro stavano consumando del cibo offerto loro dai volontari della croce rossa. La donna rom, già nota alle autorità locali, aveva prima offeso una 42enne dell’Est Europa, per poi trascinarla a terra per i capelli nel tentativo di sottrarle il telefono. Non soddisfatta aveva aggredito anche il compagno della 42enne, colpito con un calcio alla schiena e finito a terra.

Raggiunta dalle forze dell’ordine, la donna non ha esitato a minacciarli. “Adesso che Salvini non c’è più, noi zingari ve la facciamo pagare”. Arrestata con l’accusa di rapina, resistenza, minaccia e lesioni a pubblico ufficiale, la donna rom è stata condotta negli uffici della questura di Rimini dove ha proseguito con le sue intemperanze.  (fonte RIMINI TODAY)