Rimini/ L’esercito degli abusivi batte il Comune, nelle spiagge solo tarocco e bancarelle. L’assessore alla Sicurezza: “E’ una battaglia persa”

Pubblicato il 26 Luglio 2009 11:48 | Ultimo aggiornamento: 26 Luglio 2009 11:48

Il tarocco è sempre in voga, segue la moda, si barcamena nel mercato sommesso delle bancarelle con grande maestria e soprattutto è rigorosamente abusivo. Sulla riviera romagnola fa faville e i turisti ne vanno matti, tanto che ormai difendono a spada tratta i banchetti sulla spiaggia, infischiandosene dei vigili e delle multe.

Rimini è alla resa, contro gli abusivi non c’è battaglia: occupano il litorale, hanno la complicità dei bagnanti e soprattutto il Comune non li impaurisce. Solo un’ondata di alta marea e il forte vento di scirocco desta qualche reazione negativa, perché in condizioni metereologiche avverse ci sono pochi acquirenti ed è più difficile lavorare.

Se la costa è lunga almeno 15 km risulta praticamente impossibili da controllare per i 25 vigili a disposizione del Comune, tanto che ormai Rimini sembra rassegnata a questo nuovo mercato che pur affossando l’economia, piace ai turisti. E persino per l’assessore alla Sicurezza, Roberto Biagini, «È una battaglia persa».