Ex dirigente Rinascente si uccide e lascia 2,1 milioni di euro ai Carabinieri

Pubblicato il 30 luglio 2012 14:40 | Ultimo aggiornamento: 30 luglio 2012 14:45

carabinieriMILANO –  Un ex dirigente della Rinascente, Sergio G., di 82 anni, si è ucciso il 29 luglio gettandosi dalla finestra del suo appartamento in corso Garibaldi 72, a Milano, e ha lasciato tutti i suoi averi ai Carabinieri. Totale: 2 milioni e 100mila euro destinati al fondo assistenza, previdenza e premi dell’Arma.

L’anziano, ex dirigente della Rinascente, era molto malato e negli ultimi anni trascorreva diversi mesi all’anno in Spagna, insieme alla moglie che ha ottanta anni. La polizia, intervenuta sul posto per il suicidio, attorno alle 13.50, ha trovato un biglietto in cui l’uomo forniva precise istruzioni per l’esecuzione delle proprie ultime volontà.

”In caso di mia morte improvvisa rivolgetevi all’avvocato Vito Pizzonia, esecutore testamentario…”. Nel testamento si chiede di destinare 2 milioni e 100mila euro al fondo dei carabinieri.