Rissa Moratti-Irvine. Faccia a faccia in tribunale

Pubblicato il 30 Gennaio 2012 13:47 | Ultimo aggiornamento: 30 Gennaio 2012 15:00

MILANO – L'ex pilota di Formula Uno, Eddie Irvine, e il figlio dell'ex sindaco di Milano, Gabriele Moratti, si sono ritrovati 'faccia a faccia' stamani al Palazzo di Giustizia di Milano, dopo la rissa scoppiata, nel dicembre 2008, nel prive' della nota discoteca milanese 'Hollywood'. L'ex pilota della Ferrari e' arrivato in Tribunale direttamente da Miami per seguire la prima udienza con testimoni del processo che vede sia lui che Moratti imputati proprio in seguito a quel 'battibecco' nel locale dei vip.

Irvine e Moratti, infatti, che la sera del 20 dicembre 2008 si trovavano nel prive' dell'Hollywood, si sono denunciati a vicenda e sono imputati davanti al giudice della decima sezione penale di Milano, il primo per lesioni gravi e il secondo per lesioni gravi e minacce aggravate.

''Sono qui per avere giustizia e perche' ho fiducia nel Tribunale'', ha spiegato ai cronisti il figlio dell'ex sindaco Letizia Moratti, raccontando anche che Irvine quella sera ''mi ha tirato un bicchiere in faccia e porto ancora i segni sopra l'occhio''. Gabriele Moratti ha aggiunto poi che l'ex pilota di Formula Uno ha cercato una transazione che lui pero' ha rifiutato: ''Mi ha chiesto 200 mila euro per chiudere la vicenda, senza passare per vie legali, una cosa che mi e' sembrata quasi un'estorsione, visto che poi io non ho fatto nulla''.

Diversa la ricostruzione dei fatti che Irvine ha presentato ai cronisti: ''Io vengo in Italia per mangiare e stare bene, ero in un locale con amici ed ero tranquillo, lui mi ha colpito da dietro''.