Rivoli (Torino), troppi ricoveri: barelle da campo. L’Asl: “Una situazione eccezionale”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 Novembre 2020 17:04 | Ultimo aggiornamento: 5 Novembre 2020 17:04
Il medico con il Covid: "Lo yogurt sapeva di calce, ho subito capito tutto"

Il medico con il Covid: “Lo yogurt sapeva di calce, ho subito capito tutto” (Foto Ansa)

Rivoli (Torino), troppi ricoveri: barelle da campo. L’Asl: “Una situazione eccezionale”. Il sindacato: “Sanità piemontese in condizioni drammatiche”.

Barelle da campo – quelle che rimangono a terra – all’ospedale di Rivoli (Torino), dove nella notte sono finiti letti e barelle classiche a causa dell’eccezionale numero di pazienti.

Sono state utilizzate nell’area grigia del Pronto Soccorso, dove vengono accolti i pazienti sospetti di aver contratto il Covid.

“Una situazione eccezionale”, spiegano dall’Asl To3, secondo cui ha riguardato un numero limitato di pazienti. “Le strutture sono in fortissima sofferenza e i pazienti continuano ad arrivare – aggiunge l’Asl -, ma tutti ricevono assistenza e hanno un letto”.

La nota del sindacato degli infermieri

Barelle con i pazienti per terra, lettini in corsia, segni sul pavimento fatti con lo scotch indicanti i simboli “meno” e “più”.

É quanto denunciato dal sindacato delle professioni infermieristiche Nursind negli ospedali di Rivoli e Ivrea, nel Torinese.

“Pazienti covid per terra, percorsi sporchi puliti riadattati dal personale, lavori mai fatti, territorio inesistente e assunzioni che dovevano arrivare prima – dicono dal sindacato – sono il riassunto delle drammatiche condizioni della sanità piemontese. Non abbiamo più parole, invochiamo l’aiuto urgente del Governo”.

“Una situazione che non doveva capitare – dice Claudio Delli Carri segretario regionale Nursing Up -, e ci si ritrova in queste situazioni di difficoltà sebbene si sapesse da tempo di questa seconda ondata. Ci si doveva attrezzare e preparare prima, per non finire poi per lasciare dei pazienti sulle barelle”. (Fonti: Ansa, Agi, La Stampa).