Roberta Ragusa, Antonio Logli ipoteca beni per 156mila euro per pagare i suoi legali

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 Luglio 2019 14:58 | Ultimo aggiornamento: 19 Luglio 2019 15:00
Antonio Logli ipoteca i beni per i debiti

Antonio Logli dopo un’udienza in tribunale (Foto archivio ANSA)

ROMA – Antonio Logli ha ipotecato un’abitazione e un fondo come garanzia per pagare un debito da 156mila euro con i suoi avvocati. Logli è stato condannato in via definitiva a 20 anni di carcere per l’omicidio della moglie Roberta Ragusa. Il Comune di Gello, per cui lavorava, ha avviato il licenziamento e a Logli per pagare i suoi legali non è rimasto altro da fare che ipotecare i suoi beni.

Se da un lato i parenti di Roberta Ragusa hanno rinunciato al risarcimento che gli sarebbe spettato a titolo di parti lese, i legali di Logli hanno regolarmente presentato la loro parcella: un debito da 156mila euro. Per pagarlo, l’ex dipendente comunale ha ipotecato alcuni immobili tra cui due case all’isola d’Elba, dove nei primi giorni si cercò la Ragusa, e alcuni fondi, così che restino a garanzia del pagamento. 

Logli intanto è recluso nel carcere Sughere di Livorno e i parenti della Ragusa hanno chiarito di non volere i suoi soldi, perché preferiscono che restino a disposizione dei figli Alessia e Daniele, di 18 e 21 anni, insieme ai beni di cui la mamma Roberta era proprietaria, tra cui l’autoscuola Futura. La casa di Gello, invece, è abitata dai due figli e dalla loro ex tata Sara Calzolaio, che sarebbe l’attuale compagna di Logli. (Fonte Il Tirreno)