Roberto Burioni, i no-vax lo minacciano sui social e postano il nome dello stabilimento dove è in vacanza

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 agosto 2018 11:33 | Ultimo aggiornamento: 10 agosto 2018 13:54
Il fotomontaggio choc contro Roberto Burioni

Il fotomontaggio choc contro Roberto Burioni

ROMA – Hanno diffuso [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] il nome dello stabilimento dove ha l’ombrellone. E lo continuano a insultare sui social. Ma il professore Roberto Burioni, direttore della Scuola di specializzazione all’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano, da tempo impegnato contro i no-vax, continua dritto per la sua strada.

Non lascerà Rimini per le minacce, come inizialmente si era pensato. Anche se Burioni è seriamente preoccupato. “È un attacco circostanziato, visto che su Facebook si danno anche appuntamento. Comunque non si sono ancora visti, forse stanno per arrivare…”.

Ad attaccare Burioni c’è soprattutto Alessandra Piastra Calise, una pasionaria dei no-vax e una vecchia conoscenza di Burioni. I due, infatti, si scontrarono anche in una trasmissione televisiva locale. E’ stata lei a minacciare il professore sui social:

“Ho saputo che vai al mare al n… prego di non incontrarti e in cuor mio spero che affoghi! Per ogni lacrima versata, per ogni notte insonne, per ogni discriminazione, per ogni ora tolta ai nostri figli dietro questa guerra… il mio più sonoro vaff!…”.

Ora sull’episodio indaga la Digos.

“Mi spiace per i loro figli – spiega Burioni – L’atteggiamento che hanno è una follia che diffonde la paura, e soprattutto che fa di Rimini uno dei luoghi dove si vaccina di meno in tutta Europa. E se un giorno scoppierà un’epidemia, i riminesi sapranno a chi dovranno dire grazie”.

L’intervista di Burioni al Resto del Carlino:

Dottor Roberto Burioni, lei sa nuotare?
«Sono veramente una schiappa in tutti gli sport, tranne uno: il nuoto. Mi dispiace per la signora Alessandra di Rimini che si augurava un mio annegamento. Non succederà».

Ha paura delle minacce?
«Vedersi riprodurre la propria faccia sostituita a quella di Aldo Moro prigioniero delle Br non fa piacere».

È protetto dalla polizia?
«Preferisco non rispondere su questo»

Lei è diventato un bersaglio dei no vax. Ma non è l’unico virologo in Italia, solo che è a differenza di altri suoi colleghi sa usare i social parlando chiaro. 
«Ho capito che lasciare l’esclusiva dei social ai contrari dei vaccini sarebbe stato drammatico. E ho cominciato ad usarli anch’io, e sembra con successo. Mi minacciano perché dico dati di fatto».

Ma i no vax sembrano aver già vinto dopo che il ministro ha annunciato l’ingresso a scuola anche ai bambini non vaccinati.
«Compiacere genitori ignoranti ed egoisti significa mettere a rischio la salute di bambini immunodepressi che per le loro malattie non si possono vaccinare. Siamo nel Medioevo, anzi nell’Oscurantismo».

(…)

Lei è padre?
«Certo, ho una figlia di 7 anni, Caterina Maria, e sono anche un padre molto apprensivo. L’ho vaccinata con tutti i vaccini facoltativi e obbligatori con la massima tranquillità. Non lo avrei mai fatto se avessi avuto un minimo dubbio. Quindi penso che sia necessario spiegare anche a questo governo che cambiare una legge che funziona sia profondamente sbagliato».

Ha fiducia nei politici?
«Sono ottimista di natura».

Nei genitori no vax?
«Dico loro di non scherzare con la vita dei propri figli».