Omicidio Roberto Musci, Massimiliano Leoni condannato a 26 anni

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 dicembre 2017 19:44 | Ultimo aggiornamento: 4 dicembre 2017 19:44
omicidio-roberto-musci

Omicidio Roberto Musci, Massimiliano Leoni condannato a 26 anni

ROMA – E’ stato condannato a 26 anni di carcere Massimiliano Leoni, accusato di essere il mandante dell’omicidio di Roberto Musci, omicidio avvenuto la mattina del 23 gennaio 2014 a Casalotti, Roma.

Musci fu ucciso con sei colpi di pistola, cinque dei quali lo raggiunsero alla testa, davanti alla porta di casa (l’uomo si trovava agli arresti domiciliari).

Esecutore dell’omicidio fu Giancarlo Orsini, killer di professione e poi collaboratore di giustizia. Orsini è già stato condannato come esecutore del delitto dopo il processo col rito abbreviato.

Secondo l’accusa, Orsini si presentò dicendo di essere un ufficiale giudiziario e quando la vittima scese sparò i colpi di pistola e poi fuggì a bordo di uno scooter.

Orsini uccise Musci per evitare ritorsioni di quest’ultimo dopo la morte di suo fratello Marco, ucciso nel 2009. Il fratello di Roberto Musci, Marco, fu giustiziato al Trullo nel 2009 con 7 colpi al corpo e uno alla testa.

 

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other