Cronaca Italia

Roberto Pressiani ucciso da auto con freno a mano messo male: proprietario condannato

Roberto Pressiani ucciso da auto con freno a mano messo male: proprietario condannato

Roberto Pressiani ucciso da auto con freno a mano messo male: proprietario condannato

BERGAMO – La sua auto, una Bmw station wagon parcheggiata con il freno a mano tirato male, il 6 ottobre del 2012 uccise Roberto Pressiani vicino a Villa d’Adda, a Bergamo. Oggi il conducente, un operaio di 38 anni, ha patteggiato un anno di carcere per omicidio colposo e 18 mesi di sospensione della patente. 

Un anno e mezzo fa, ricorda l’Eco di Bergamo, l’operaio aveva parcheggiato l’auto, con a bordo suo figlio di otto anni, per entrare in una tabaccheria in centro a Villa d’Adda.

Pochi secondi dopo l’auto aveva cominciato a procedere in retro marcia lungo la discesa, prendendo sempre più velocità e percorrendo circa 200 metri, fino ad urtare un Fiat Fiorino e un suv Dayatsu parcheggiatie poi investendo, in via Frigerio, Roberto Pressiani, 82 anni, che era appena uscito da un minimarket e sta attraversando la strada.

 

 

To Top