Roberto Saviano diventa fumetto di Vito Roma: “Vanitoso e narciso… troppo”

Pubblicato il 28 Maggio 2013 1:05 | Ultimo aggiornamento: 27 Maggio 2013 23:10

Roberto Saviano diventa fumetto di Vito Roma: "Vanitoso e narciso... troppo"ROMA – Roberto Saviano vanitoso, solitario e narciso. È quello rappresentato da Vito Manolo Roma, il fumettista che pubblica “Ròbert”, un volumetto (venduto solo online, costo 5 euro) che ha fatto la sua apparizione al Salone del libro di Torino, e che contiene le storie disegnate da Roma e apparse periodicamente nella rivista Antitempo.

Il giornalista de “Linkiesta”, Alessandro Trevisani ha intervistato l’autore del fumetto, 30 anni, milanese. “Saviano e le mafie? Penso abbia fatto un gran bene a sollevare certe questioni. Ma penso anche che abbia fatto ombra alla maggior parte degli attivisti che se ne sono occupati da sempre. E la lotta alla mafia, o al sistema mafioso, secondo me, non la si fa da soli”.

E sull’idea che Saviano possa apparire vanitoso il fumettista replica: “Non mi appare vanitoso, lo è. Il fatto che lui combatta da solo è un chiaro segnale che il palcoscenico è suo e deve rimanere solo suo. Se per caso lui portasse alla luce scritti di giovani o vecchi militanti che ancora lavorano sulla tematica mafiosa, vorrebbe dire che dovrebbe condividere i dolori, ma anche le gioie che ne conseguono. E per gioie mi riferisco a popolarità, visibilità ecc. Forse anche soldi…”.