Rocca di Papa, famiglia avvelenata dai funghi: 2 morti, gli altri tre gravissimi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 settembre 2018 9:56 | Ultimo aggiornamento: 14 settembre 2018 9:56
rocca di papa funghi

Rocca di Papa, famiglia avvelenata dai funghi: 2 morti, gli altri tre gravissimi

ROMA – Una coppia di coniugi è morta dopo quattro giorni di agonia. Uccisi da un piatto a base di funghi velenosissimi, l’Amanita Falloide che tra le specie cattive è la più tossica e pericolosa.

I funghi killer erano stati raccolti dal nonno, che li aveva scambiati per i prelibati e pregiati ovuli, nei boschi di Rocca di Papa e mangiati da un’intera famiglia dopo essere stati cucinati in casa. Dei sei intossicati, tra i quali una ragazzina di 16 anni, due sono deceduti nella serata di mercoledì sera al Policlinico Gemelli.

I funghi sospetti sono stati prelevati dai carabinieri a casa della famiglia e li hanno fatti analizzare. Non c’è dubbio che si tratti di Amanita Falloide, praticamente il fungo più pericoloso esistente in natura.

L’avvelenamento da A. phalloides, si legge su Wikipedia, ha quasi sempre esito letale e, nel caso che l’avvelenato sopravviva, lo costringe in genere all’emodialisi a vita o al trapianto di fegato. Ieri i medici dell’ospedale Bambino Gesù, dove ricordiamo è ancora ricoverata in grave condizioni la ragazza 16enne della famiglia, hanno pubblicato un decalogo di regole per mangiare i funghi in modo sicuro.