Rocca di Papa, esplosione in Comune: 3 bimbi feriti, sindaco e dipendete ustionati FOTO-VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 10 giugno 2019 12:48 | Ultimo aggiornamento: 10 giugno 2019 20:54
Rocca di Papa (Roma), esplosione al Comune: quattro feriti, grave un bimbo1

Rocca di Papa (Roma), esplosione al Comune: quattro feriti, grave un bimbo (foto Facebook)

ROCCA DI PAPA (ROMA) – Esplosione nel palazzo sede del Comune a Rocca di Papa, alle porte di Roma, a causa di una fuga di gas provocata da alcuni lavori in corso esterni all’edificio. Sedici i feriti tra i quali tre bimbi, alcuni dipendenti e anche il sindaco Emanuele Crestini che è grave e ha riportato ustioni al volto e alle braccia. Il sindaco è ricoverato all’ospedale Sant’Eugenio di Roma. Il ferito più grave è un dipendente comunale con ustioni sul 44% del corpo. 

La più grave tra i piccoli è una bimba schiacciata da una finestra e raggiunta da schegge di vetro al volto mentre era in cortile. La bambina è stata trasportata in codice rosso con un elicottero al Bambino Gesù di Roma e fortunatamente non sarebbe in pericolo di vita. Gli altri due bambini  sono stati invece trasferiti all’ospedale di Frascati per essere medicati. Ferite anche altre persone assistite sul posto. 

Intanto i pm indagano per disastro colposo e lesioni gravi o gravissime colpose. Il fascicolo, al momento contro ignoti, è coordinato dal procuratore capo Francesco Prete. Il magistrato nelle prossime ore ascolterà presso la caserma dei carabinieri di Frascati una serie di testimoni per ricostruire la dinamica di quanto avvenuto. 

5 x 1000

I feriti

“Alle 15.30 il bilancio complessivo dei feriti nell’esplosione che questa mattina ha investito il Municipio di Rocca di Papa per una fuga di gas è di 16 feriti totali e di questi 6 sono stati trattati sul posto dal personale dell’Ares 118 e non hanno avuto bisogno di trasporto in ospedale”. Lo rende noto l’assessore alla Sanità della Regione Lazio Alessio D’Amato. “I restanti 10 feriti sono stati trasportati o sono giunti con mezzi privati presso gli ospedali di Frascati, il Policlinico Tor Vergata e il Bambino Gesù – aggiunge – Sono in totale 3, e tra loro il sindaco di Rocca di Papa, i feriti che successivamente sono stati trasportati al Centro Grandi Ustioni del Sant’Eugenio dove mi sto recando personalmente in visita per prendere visione direttamente della situazione clinica”. 

La dinamica

La deflagrazione è avvenuta nella tarda mattinata di lunedì 10 giugno nell’edificio di tre piani di corso Indipendenza, nel centro storico del paese, che è stato evacuato. Sgomberata anche le vicine scuole materna ed elementare. Prima si è sentito un boato e poi c’è stato il crollo parziale della facciata del palazzo. Dopo il boato si è sviluppato anche un incendio. Sembra che all’origine della deflagrazione ci sia stata una fuga di gas: nella zona erano in corso dei lavori.

I bambini rimasti feriti si trovavano nella scuola dell’infanzia Centro Urbano che fa parte dell’istituto comprensivo Leonida Montanari e che confina con l’edificio esploso.  Tutte le case vicino al Comune sono state evacuate per timore di ulteriori esplosioni. La zona è stata interdetta. Si prevedere che circa un centinaio di abitanti dovrà essere evacuata.

Sul posto sono accorsi anche i Vigili del Fuoco di Roma, 4 ambulanze e due auto mediche. Sono state attivate anche le squadre Usar, gli specialisti per la ricerca tra le macerie.

Le parole del vicesindaco di Rocca di Papa.

“Il sindaco è stato l’ultimo a uscire e infatti è stato il ferito più serio. E’ ustionato grave. Ustionati sono anche un delegato e il comandante della polizia locale”. A dirlo la vicesindaco di Rocca di Papa, Veronica Giannone. “Erano in corso dei lavori di carotaggio sul corso principale, di fronte al Comune. Uno studio era incaricato di fare delle indagini geognostiche e sembra ci sia stata la rottura di un tubo del gas. Non abbiamo fatto neanche in tempo a sentire l’odore che c’è stata l’esplosione, non abbiamo avuto molto tempo di accorgerci quello che stava succedendo”, prosegue al vicesindaco. “Ci siamo adoperati per far evacuare l’edificio. Accanto c’è la scuola, oggi era attiva solo la scuola dell’infanzia. Anche loro ben coordinati sono riusciti ad evacuare la struttura -aggiunge- poi abbiamo fatto evacuare tutti i palazzi vicini”. “La protezione civile regionale – conclude – sta ora allestendo una cucina da campo per le forze dell’ordine, volontari e cittadini che sono stati evacuati”.

Fuga di gas provocata da una ditta che stava effettuando lavori stradali

Sarebbero stati degli operai che stavano effettuando dei lavori stradali a rompere la conduttura del gas da cui poi si è innescata l’esplosione. Secondo una prima e parziale ricostruzione dei Vigili del Fuoco presenti sul posto, gli operai stavano lavorando in un cantiere stradale proprio davanti al Municipio e in maniera accidentale avrebbero rotto la conduttura. A fare da innesco sarebbe poi stato l’ascensore del Comune.

All’interno del palazzo si è anche sviluppato un incendio che ha coinvolto l’archivio comunale. La colonna di fumo è visibile fino alla periferia di Roma. (Fonti: Ansa, Il Messaggero, Facebook, Corriere della Sera).

La ricognizione dei Vigili del Fuoco dopo l’esplosione (Agenzia Vista /Alexander Jakhnagiev): 

 

 

Rocca di Papa (Roma), esplosione al Comune: quattro feriti, grave un bimbo2

Foto Facebook

Rocca di Papa (Roma), esplosione al Comune3

I soccorsi sul luogo dell’esplosione (Ansa)

Rocca di Papa (Roma), esplosione al Comune4

Ansa

Rocca di Papa (Roma), esplosione al Comune5

Ansa

Rocca di Papa (Roma), esplosione al Comune66

Il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti sul luogo dell’esplosione (Ansa)