Rolo (Reggio Emilia), incidente stradale nella notte: muore ventenne

di Redazione Blitz
Pubblicato il 24 Ottobre 2019 11:13 | Ultimo aggiornamento: 24 Ottobre 2019 11:13
Un'ambulanza, Ansa

Un’ambulanza (foto d’archivio Ansa)

ROMA – Giacomo Negri: questo il nome del ventenne morto a seguito di un incidente stradale avvenuto nella notte tra mercoledì e giovedì 24 ottobre a Rolo, Reggio Emilia, in via Rubona.

L’incidente è avvenuto intorno alle 2,30.

Secondo una prima ricostruzione, come racconta Reggio Sera, sembra che il ventenne, residente a Rolo, era alla guida della sua Lancia Y quando, giunto all’altezza dell’incrocio con via Nuova, per cause ancora al vaglio dei carabinieri, ha perso il controllo dell’auto schiantandosi contro un palo della luce per poi ribaltarsi più volte lungo la strada.

Fonte: Reggio Sera.

Asaps: “27 morti nei primi tre fine settimana di ottobre”

 

Sono stati 27 nei primi tre fine settimana di ottobre – nelle 16 ore che vanno dalle 22 del venerdì alle 6 del sabato e dalle 22 del sabato alle 6 della domenica – gli incidenti stradali con vittime e feriti gravi che hanno coinvolto giovani e con conducenti sotto i 40 anni. E’ quanto emerge dai dati raccolti dall’Osservatorio Asaps, l’Associazione Sostenitori ed Amici della Polizia Stradale, sulle cosiddette stragi del week-end. Nei 27 incidenti si sono contati 24 morti e 46 feriti.

Nel dettaglio, riporta l’Asaps, nel primo fine settimana, quello del 5-6 ottobre sono stati registrati 9 incidenti che hanno causato 8 vittime e 23 feriti. Nel secondo fine settimana, quello del 12-13 ottobre sono stati registrati ancora 9 incidenti che hanno causato 11 morti e 11 feriti. Nel terzo fine settimana, quello del 19-20 ottobre sono stati registrati sempre 9 incidenti che hanno causato 5 morti e 12 feriti. A livello geografico dei 27 sinistri 8 sono avvenuti al Nord, 8 al Centro e 11 al Sud. Tra questi ultimi 11, tre sono risultati mortali e con più vittime: due con quattro vittime e uno con due. “L’allentamento dei controlli con la carestia segnalata più volte degli etilometri, solo ora in lenta ripresa – osserva Giordano Biserni, presidente dell’Asaps – la carenza sempre più pronunciata di pattuglie soprattutto su Statali e Provinciali e l’ormai assoluta latitanza di campagne contro l’abuso di alcol e le droghe alla guida completano il quadro motivazionale di questa situazione alla quale si è aggiunto l’uso ormai indiscriminato dei cellulari alla guida sia in fonia e – conclude – ancor più in messaggistica e navigazione sul web”. 

Fonte: Ansa.