Cronaca Italia

Roma, 17enne pestato in discoteca: rissa nata da uno spintone alla cugina

Roma-17enne-pestaggio-rissa

Roma, 17enne pestato in discoteca: rissa nata da uno spintone alla cugina

ROMA – Una spinta alla cugina, sarebbe questa la causa della lite scoppiata nella notte tra venerdì e sabato, fuori della discoteca Room 26 a Roma, che è sfociata nel drammatico pestaggio di un 17enne. Il liceale, preso a botte e ritrovato solo la mattina seguente in fin di vita, è ancora ricoverato in terapia intensiva all’ospedale San Camillo di Roma.

A ricostruire quei drammatici istanti è il Corriere della Sera, secondo il quale a scatenare la reazione del giovane e la successiva rissa sarebbe stato uno spintone dato alla cugina. La Procura di Roma ha proceduto all’iscrizione nel registro degli indagati di quattro persone, tutti ventenni, con l’accusa di lesioni gravissime. La formalizzazione dell’accusa è arrivata dopo che il pm Roberto Felici ha ricevuto una prima informativa da parte degli agenti del commissariato Esposizione che stanno indagando su quanto avvenuto.

La polizia già nella giornata di domenica aveva identificato almeno 10 persone, tra loro anche minorenni, che avrebbero preso parte alla rissa. Il diverbio sarebbe nato all’interno del privè della discoteca dove c’erano dieci persone, sei amici del liceale, tra cui la cugina, e i quattro giovani indagati: erano seduti a tavoli separati, ma probabilmente si conoscevano tutti. Una comitiva, quella del 17enne, veniva dalla zona di Casal Palocco l’altra da Ostia.

Sembra che prima ci sia stato un litigio per un drink “rubato”, forse per sbaglio, dal 17enne all’altro gruppo, poi la reazione del ragazzo all’urto alla cugina, a un ginocchio, da parte dei più grandi. Il 17enne sarebbe intervenuto in difesa della ragazza e sarebbero partiti gli schiaffi, gli insulti, le grida. Al momento l’unica certezza è che il giovane, che è ancora in condizioni gravi ma stabili, è stato raggiunto da alcuni colpi al volto e poi si è dato alla fuga in direzione del nuovo centro congressi.

Per gli investigatori è stato prima inseguito da due con cui aveva litigato e poi anche da qualche amico, che all’altezza di viale Europa ne avrebbero perso le tracce. Il giovane a quel punto avrebbe scavalcato la recinzione del parcheggio come confermano alcune telecamere a circuito chiuso che hanno ripreso l’intera scena. Il ragazzo, forse anche a causa di qualche drink di troppo, avrebbe quindi perso l’equilibrio cadendo rovinosamente nella zona del parcheggio, nel seminterrato della struttura disegnata da Massimiliano Fuksas.

Le ferite riportate dal 17enne sono compatibili con la caduta dalla rampa che aveva raggiunto forse in preda al panico per quanto avvenuto pochi minuti prima. Risposte arriveranno dalle audizioni e interrogatori che inquirenti svolgeranno nelle prossime ore nel tentativo di circoscrivere i confini di una vicenda che rischia di trasformare in tragedia una serata che doveva essere di svago e divertimento.

To Top