Roma, 23 arresti per monopolio della coca. Romagnoli affiliati a cosca calabrese

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 Giugno 2013 13:01 | Ultimo aggiornamento: 14 Giugno 2013 13:02
Roma, 23 arresti per monopolio della coca. Romagnoli affiliati a cosca calabrese

Roma, 23 arresti per monopolio della coca. Romagnoli affiliati a cosca calabrese

ROMA – Ventitre persone finite in manette per traffico di droga internazionale e spaccio. Un patto tra romani e calabresi che reggeva un monopolio della cocaina nelle zone di Casilino-Torre Maura, San Basilio, Prenestino, Magliana-Portuense, Acilia e Velletri. Il traffico è riconducibile alla famiglia romana dei Romagnoli a sua volta affiliata alla cosca della ‘ndrangheta dei Gallace di Guardavalle, padroni della provincia di Catanzaro.

Gli agenti della Squadra Mobile di Roma in collaborazione con la Guardia di finanza hanno sgominato due bande criminali attive soprattutto nell’aeroporto di Fiumicino. E’ qui che la droga proveniente dalla Calabria e dal Sud America giungeva.

I Romagnoli, secondo l’accusa, si servivano di un gruppo criminale in aeroporto, che costituiva un altro dei canali di approvvigionamento della droga. Numerose perquisizioni sono state eseguite nei confronti di soggetti dell’organizzazione che operavano a Fiumicino in attesa di aerei provenienti dal Sudamerica, che poi trasportavano all’esterno dell’area aeroportuale e consegnavano, per conto dei vari gruppi criminali committenti, gli ingenti quantitativi di cocaina.