Roma, aggredisce e sputa in faccia ai vigili urbani che gli chiedono di spostare l’auto

di redazione Blitz
Pubblicato il 14 marzo 2018 23:25 | Ultimo aggiornamento: 14 marzo 2018 23:25
Roma, aggredisce e sputa in faccia ai vigili urbani che gli chiedono di spostare l'auto

Roma, aggredisce e sputa in faccia ai vigili urbani (foto Ansa)

ROMA – Non solo non ha voluto spostare l’auto in divieto di sosta, ma insieme al fratello ha spintonato, sputato e minacciato due vigili urbani.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android. Scaricatela

E’ accaduto la mattina di martedì 13 marzo in via Portuense a Roma. I due fratelli sono stati denunciati per oltraggio, rifiuto delle generalità e resistenza: uno dei due, il responsabile della violenza e delle lesioni, ha passato la notte in cella di sicurezza.

Un agente ha invitato un automobilista, un romano di 30 anni, a spostare la sua Smart parcheggiata ad un incrocio. L’uomo non soltanto non ha spostato la Smart ma è sceso dal veicolo e si è rivolto verso l’agente con frasi di disprezzo rifiutandosi anche di fornire i documenti.

La discussione è diventata sempre più animata, con urla ed insulti, e in quel momento è arrivato il fratello del 30enne che ha iniziato anch’egli ad inveire sia contro l’agente che contro una sua collega, fino a sputare e spintonarla facendola cadere. La lite è terminata con l’intervento di altre pattuglie, che hanno arrestato il secondo uomo.